Archivio Magazine

    Jicky

    Extrait

    Il primo profumo moderno

    Jicky è un profumo magico che unisce frizzanti note di testa con note di fondo calde e delicate. Ai tempi della sua creazione, Jicky lasciò interdette le donne, ma seppe conquistare immediatamente gli uomini. Oggi, questo profumo fresco e vigoroso non smette di sedurre gli uni e le altre.
    Perché il nome Jicky? Con questo profumo, una delle sue più riuscite creazioni olfattive, Aimé Guerlain intendeva rendere omaggio a Jicky, una ragazza di cui era innamorato ai tempi della scuola.

    Il flacone si ispira alle ampolle da farmacia del XIX secolo. Semplice e sobrio, quasi maschile, è coronato da un tappo che ricorda quello di una bottiglia di champagne, un richiamo intelligente alla donna frizzante e festaiola che indossa questo profumo.

    Fougère orientale.
    Contrastato, dinamico, sorprendente.

    Le note speziate, che sbocciano al calore dell'accento orientale, giocano sapientemente nel cuore con le note fresche e aromatiche di limone e lavanda. In fondo a questa struttura audace, è possibile distinguere note legnose e di vaniglia che conferiscono al profumo una maggiore vibrazione e un carattere più intenso.

    Con Jicky nasce la cosiddetta "profumeria astratta" che si distingue dalla "profumeria figurativa". Con la sua interazione di accenti unici, è il primo profumo al mondo a possedere una tale scia e una tale persistenza.

    Seleziona la tua tinta
    Guerlain

    Scopri anche

    paese