Jicky fa parte della collezione patrimonio di Guerlain. Una collezione fatta di fragranze emblematiche, create per più di un secolo da cinque generazioni di profumieri. Profumi mitici, profondamente innovativi per l'epoca, che compongono un'unica biblioteca olfattiva, tesoro incomparabile e ineguagliabile, che la Maison Guerlain si impegna a preservare. Perché il nome Jicky? Con questo profumo, una della sue più riuscite creazioni olfattive, Aimé Guerlain intendeva rendere omaggio a Jicky, una ragazza di cui era innamorato ai tempi della scuola. Per pura coincidenza, anche il diminutivo di suo nipote Jacques era Jicky. Jicky è racchiusa in un vaporizzatore ispirato all'iconico flacone api della Maison Guerlain, costellato dalle 69 api simbolo emblematico dell' Impero.

Fougère orientale.
Contrastato, dinamico, sorprendente.

Le note speziate, che sbocciano al calore dell'accento orientale, giocano sapientemente nel cuore con le note fresche e aromatiche di limone e lavanda. In fondo a questa struttura audace, è possibile distinguere note legnose e di vaniglia che conferiscono al profumo una maggiore vibrazione e un carattere più intenso.

Con Jicky nasce la cosiddetta ""profumeria astratta"" che si distingue dalla ""profumeria figurativa"". Con la sua interazione di accenti unici, è il primo profumo al mondo a possedere una tale scia e una tale persistenza. Precursore di nuove e moderne creazioni olfattive, è il padre del mitico Shalimar.

paese