Trasmissione del savoir-faire

Tramandare l'eccezionale

Da 185 anni Guerlain apprezza i creatori e gli artigiani che hanno esplorato, inventato, osato e modellato. E contribuito alla sua eccellenza. Una miniera di savoir-faire che la Maison è fiera di sostenere.

Perché Guerlain rimanga sempre Guerlain.

Ma anche per preservare questi preziosi mestieri e tecniche sofisticate che perdurano grazie a Guerlain. 


IL SAVOIR-FAIRE GUERLAIN


Il minimo dettaglio di una fragranza Guerlain richiede ore di lavoro nelle discipline più disparate.


Vi è ovviamente la creazione olfattiva, diretta da Thierry Wasser. Ma anche la produzione interna dei concentrati, fino al riempimento dei flaconi e all'aggiunta del tocco finale: barbichage, baudruchage, cachet di cera e sigillo Guerlain, un'arte che le artigiane Dames de table si trasmettono di generazione in generazione come fossero membri di una corporazione.


ARTIGIANI D'ECCELLENZA


Per creare e offrire l'eccezionale, Guerlain si affida da sempre a savoir-faire unici: vetrai d'arte, incisori, miniaturisti, doratori in foglia d'oro zecchino, gioiellieri e artigiani-gioiellieri, ricamatori, cerai, ceramisti, scultori su carta.


Tra questi virtuosi, molte Maison illustri hanno particolarmente segnato la storia di Guerlain: Baccarat, Pochet e oggi Gripoix e Lesage.


UN APPROCCIO SOSTENUTO


All'epoca, Jacques Guerlain lavorava già alla fondazione del Comité Colbert. Questa istituzione preserva i tesori del savoir-faire francese e riunisce ormai le più grandi Maison del lusso. Oggi, il Ministero dell'Industria ha attribuito a Guerlain il prestigioso marchio di Impresa del Patrimonio Vivente per aver contribuito a promuovere l'eccellenza francese.


Trasmissione del savoir-faire

L'arte dell'imbottigliare

Maghe nell'imbottigliare i flaconi che, da generazioni, annodano e pettinano i fili di seta con arte e precisione per aggiungere il tocco finale alle più belle bottiglie, donando loro quella dimensione lussuosa che le rende così uniche, così preziose così indimenticabili. Così Guerlain.


Riempimento a mano, doratura in oro zecchino, baudruchage, barbichage, cachet di cera, sigillo Guerlain... Nessuna macchina potrebbe sostituire le Dames de table.


Shalimar si veste di un baudruchage sofisticato e di fili di seta che richiedono non meno di sette nodi diversi prima di essere pettinati con cura.


Il flacone quadrilobo di L'Heure Bleue presenta un barbichage sontuoso. La spazzolatura dei fili di seta richiede un lavoro minuzioso di oltre quarantacinque minuti su entrambi i lati.


IL SENSO DELL'ECCEZIONALE


L'arte dell'imbottigliare abbonda di tecniche minuziose e uniche, che le Dames de table si trasmettono nel tempo. Tra queste si trova il baudruchage, una tecnica cara a Guerlain: il collo di ogni flacone viene sigillato da una sottile membrana, la baudruche. Un filo d'oro viene quindi avvolto attorno ad essa e stretto con forza. Il flacone rimane così ermetico e inalterabile. Per questo lavoro manuale non bisogna avere fretta: conta solo la perfezione.


UN'ESCLUSIVA GUERLAIN


Guerlain è anche l'unica Maison a fabbricare da sola le etichette per tutte le sue creazioni. Questo lavoro di precisione richiede l'attenzione continua di sei collaboratori.


Trasmissione del savoir-faire

Controllo completo

Nel rispetto della filosofia iniziale della Maison, da 185 anni Guerlain continua a perfezionare al suo interno ogni principale fase di creazione. Così tutte le fragranze sono completamente realizzate all'interno della Maison.


UN LUNGO PROCESSO


Per creare un profumo sono necessari venti mesi.


Vi è innanzitutto la formula del creatore, ispirata da un'emozione, un viaggio, una musica o una storia d'amore.

La formula viene meravigliosamente trasformata in un concentrato olfattivo, una miscela di materie prime, totalmente riproducibile.


In seguito la Maison acquista in tutto il mondo le materie prime necessarie alla produzione.


Questa fase di trasformazione, in cui viene verificata la qualità del prodotto, è associata a rigorosi controlli olfattivi e analitici (tossicologici, ecc.).


Si passa quindi alla fase di macerazione: nelle cantine riposano 300.000 litri di profumo, che comprendono le 250 fragranze Guerlain. È qui che migliorano olfattivamente con il tempo prima di essere indirizzate verso l'imbottigliamento. Tutto si conclude con l'apertura finale, ai quattro angoli del mondo.


Ogni anno la Maison produce un milione di litri di profumo, suddiviso in 14 milioni di flaconi.


UN PARFUMER UNICO


Guerlain è uno dei rari profumieri a disporre di un naso alle sue dipendenze e a realizzare tutti i profumi all'interno della Maison. È anche l'unico a mettere il profumo al centro della sua creazione. Tutti questi aspetti fanno di Guerlain, agli occhi di alcuni, l'unico vero Parfumer al mondo.


Trasmissione del savoir-faire

Maison d'eccezione

Numerose creazioni d'eccezione hanno illuminato la storia della Maison Guerlain. Ancora oggi, Guerlain si lancia con audacia nei progetti creativi più folli. Oggetti preziosi che non avrebbero mai visto la luce senza il savoir-faire, talvolta ancestrale, degli artigiani d'arte più illustri.


L'Ape con le ali d'argento, il flacone realizzato in un'edizione limitata di 50 esemplari in tutto il mondo e creato per celebrare il 160° anniversario di Eau de Cologne Impériale, è firmato Guerlain e Baccarat. Le due Maison collaborano dal 1889.

Baccarat aveva il compito di trasformare la mitica ape Guerlain in un oggetto di cristallo elegante, sobrio e lussuoso. La quintessenza dell'artigianato di lusso.


Quando L'Heure Bleue celebra il suo centenario, è sempre Baccarat, creatore cento anni prima del primissimo flacone quadrilobo, a essere invitato a colorarlo di un blu profondo e magnetico. La Maison Gripoix, celebre gioielliere di moda parigino, l'ornerà di un bouquet di violette cesellato in oro zecchino 24 carati, come una miriade di stelle apparse al crepuscolo.


La Maison Lesage metterà invece in scena L'Heure Bleue in uno scrigno lussuoso. Il velluto blu si illumina di un ricamo Haute Couture di cui solo Lesage conosce il segreto. Perle sfaccettate d'argento e delicate catene distinguono una creazione d'eccezione.


Il flacone da due litri di Shalimar Parfum Initial "A Fleur de Peau" è impreziosito da un gioiello avvolto attorno al collo. Ispirandosi alla tinta sensuale della fragranza, la Maison Gripoix immagina una pietra in pasta di vetro color carne, incastonata su una delicata montatura dorata in oro 24 carati.


Trentasette antichi flaconi Baccarat, conservati accuratamente tra gli archivi della Maison, accolgono La Petite Robe Noire il tempo di un'edizione limitata.

Gli artisti Kuntzel & Deygas hanno decorato le tre facce del flacone "a cuore capovolto" con la sua graziosa silhouette.

Ed è tutto il savoir-faire degli Atelier Baccarat ad aver riportato in vita sul cristallo questi pigmenti di smalto nero. Un effetto vetrificato e lucido interamente realizzato a mano per un oggetto raro, da collezione.


Thierry Wasser PERFUMER
“UN PERFUMER HA UN RAPPORTO SOGGETTIVO E PASSIONALE CON LE SUE MATERIE PRIME PREFERITE”.